Senza categoria

Costa Concordia: Mentre Tutti Si Sbracciano A Fare Commemorazioni Nessuno Combatte Per L’accertamento Della Verita’

Evidentemente questo ordine non fu dato a bordo del Costa Concordia o non fu ascoltato. Oppure la porta stagna A24, alle 22.22.23 di quel tragico 13 Gennaio si aprì da sola, cedendo alla pressione del compartimento n.4 già allagato fino al tetto. In maniera forse troppo sbrigativa la Relazione dei periti del GIP aveva chiuso la discussione circa la possibile apertura delle porte stagne dopo l⠙incidente. L⠙istanza dei consulenti Codacons, depositata ieri presso la procura di Grosseto descrive in maniera puntuale i riscontri oggettivi e quelli testimoniali che concorrono nell⠙indicare che la porta stagna 24 al ponte A si aprì, mettendo comunicazione il compartimento 4 allagato col compartimento 3 ancora integro. La circostanza assume aspetti ancora più inquietanti se la si mette in relazione col cambio di sbandamento della nave dal lato sinistro al lato destro, quasi simultaneo, ed al successivo ribaltamento.

Ma non è questa l⠙unica novità contenuta nell⠙istanza del Codacons. Un⠙altra questione è stata liquidata nella relazione dei Periti usando affermazioni apodittiche non suffragate da un adeguato impianto tecnico/scientifico. Si tratta degli effetti del tragico errore del timoniere che, circa 15 secondi prima dell⠙impatto, interpreta male gli ordini di Schettino e vira a destra, invece che a sinistra.

⠜Non sarebbe cambiato nullaâ ? concludono i Periti, ma l⠙unica giustificazione tecnica addotta a suffragio di questa affermazione è un calcolo, per altro discutibile, che fornisce la distanza minima necessaria alla nave per invertire la rotta. La nave, però, non ha urtato frontalmente un ostacolo esteso, ma solo lambito uno scoglio appuntito, sovrapponendosi ad esso appena di qualche metro, uno scoglio che le ha causato una lacerazione lunga quasi 50 metri appena sotto la linea di galleggiamento. Avrebbe potuto una manovra effettuata con perizia, sia pure all⠙ultimo momento, evitare il disastro? A questa domanda i Consulenti del Codacons hanno fornito una risposta ben circostanziata sul piano tecnico/scientifico utilizzando un simulatore realizzato ad hoc.

I risultati, comprensivi di alcune animazioni che descrivono in dettaglio la dinamica dell⠙incidente, saranno presentati all⠙interno dello Speciale TG1 di Alessandro Gaeta, autore del libro ⠜Il capitano e la Concordiaâ ?, Edizioni Anordest, che andrà in onda Domenica sera alle ore 23.15 su RAI1.

Share: